Servizi OnLine

Di seguito alcuni servizi on line,

ContabilitàDichiarazione dei redditiConsulenza del
Lavoro
Apertura partita IVA
Regime
forfettario
Dichiarazione dei Redditi
PF,PG,ENC
Busta paga colf
online
Apertura online PI
Regime semplificatoDichiarazione dei Redditi
Forfettario
Autoliquidazione
INAIL
Iscrizione gestione
separata INPS
Regime
ordinario
Dichiarazione dei Redditi (no PI), Mod. 730Elaborazione Buste
Paghe
Iscrizione VIES
eCommerce in venditaCommercialista per agenti di commercio enasarcoApertura Partita IVA agenti immobiliariApertura partita iva fisioterapstiPratica SCIA
Commercialista per consulentiCommercialista per mediciApertura Partita IVA amministratori condominioApertura partita iva infermieriCommercialista low cost
Commercialista per fisioterapistiApertura partita iva dentisti odontoiatriApertura partita iva architettiApertura partita iva ingegneriApertura partita iva procacciatori d’affari
Commercialista per liberi professionistiCommercialista low costApertura partita iva avvocatiApertura Partita IVA e lavoro dipendente o pensioneTassazione SRLS e contributi previdenziali soci
TAG COMMERCIALISTAONLINE

Aprire Partita Iva Online

L’apertura della partita IVA POTREBBE essere obbligatoria per i lavoratori autonomi che incassano compensi superiori ad  EURO 5.000 (valore indicativo).

Importante:

è la continuità dell’attività a determinare l’obbligo dell’apertura della partita IVA e non il fatturato.

La partita IVA, come dice il nome riguarda

Regime Forfettario OnLine € 200

La Manovra di Bilancio 2019 ha modificato, con decorrenza 1° gennaio 2019, il regime forfettario. In particolare cambiano i requisiti di accesso di cui al comma 54 Legge n. 190/2014 e le cause di esclusione di cui al successivo comma 57.  

Requisiti di accesso

Potranno agire nel forfettario i soggetti che nell’ anno precedente hanno conseguito ricavi ovvero hanno percepito compensi, ragguagliati ad anno, non superiori ad euro 65.000.  

Cessione quote S.r.l. / S.r.l.s

SENZA NOTAIO

La Legge 133/2008 ha previsto una nuova modalità di deposito degli atti di trasferimento delle quote di SRL.

L’atto di cessione delle quote di SRL (art.36 comma 1 bis) può essere sottoscritto con firma digitale e deve essere depositato, entro trenta giorni, presso l’ufficio del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede sociale, a cura di un intermediario abilitato – iscritto nella sezione A dell’Albo “Commercialisti” – munito della firma digitale e allo scopo, incaricato dai legali rappresentanti della società.